LAVORO: BOOM DI LICENZIAMENTI PER GIUSTA CAUSA IN ITALIA, MA A PROVOCARLO POTREBBE ESSERCI UN RAGGIRO AI DANNI DELLE IMPRESE E DELLE CASSE DELL’INPS

lavoro licenziamenti

Boom di licenziamenti per giusta causa in Italia ma a provocarlo potrebbe esserci un raggiro ai danni delle imprese e delle casse dell’Inps. A riportarlo è la Cgia di Mestre che sottolinea come tale fenomeno sarebbe collegato alla volontà del lavoratore di ricorrere, in modo scorretto, a questa forma di licenziamento per ottenere vantaggi previsti […]

Continua la lettura


IL SINDACO DI BERLINO OFFRE AI “RIFUGIATI” LAVORO PAGATO UN EURO L’ORA! ADESSO CAPITE A COSA SERVE L’INVASIONE???

germania-accoglienza-migranti-disoccupazione-orig_main

IL SINDACO DI BERLINO OFFRE AI “RIFUGIATI” LAVORO PAGATO UN EURO L’ORA! ADESSO CAPITE A COSA SERVE L’INVASIONE??? Berlino offre ai “rifugiati” lavoro a un euro l’ora ORA AVETE CAPITO…? Berlino offre “lavoro a 1 euro l’ora”  ai rifugiati Il sindaco di Berlino offre rifugiati per lavoro a un euro l’ora,  oltre all’assistenza ricevuta dal […]

Continua la lettura


LA CASSAZIONE SUL LAVORO: “IL LICENZIAMENTO È LEGITTIMO ANCHE SE L’AZIENDA LO DECIDE SOLO PER AUMENTARE I PROFITTI”

La sentenza degli ermellini stabilisce che il rapporto lavorativo può essere interrotto non solo in caso di difficoltà economiche, ma anche se il datore decide di fare a meno di una funzione per incrementare la propria redditività

La sentenza degli ermellini stabilisce che il rapporto lavorativo può essere interrotto non solo in caso di difficoltà economiche, ma anche se il datore decide di fare a meno di una funzione per incrementare la propria redditività Il datore di lavoro può licenziare non solo se a renderlo necessario sono le difficoltà economiche, ma anche […]

Continua la lettura


La risposta di un barese emigrato a Poletti: “Signor perito agrario, vada fuori dalle palle”

Gaetano Di Liso

“Sig. Perito agrario Poletti (eh si, in un Paese che richiede la laurea anche per servire caffè in un bar, Lei e’ l’ennesimo caso di non laureato che raggiunge poltrone d’oro, vertici di rappresentanza delle istituzioni e stipendi pazzeschi), ho dato un’occhiata al suo curriculum e le garantisco che lei non verrebbe assunto neanche all’Arlington […]

Continua la lettura


Poletti non è l’unico dei pacchi-dono di Renzi

re-po

Dei tanti pacchi-dono di cui non dobbiamo dire grazie a Matteo Renzi, rifilati al Paese nel momento in cui varò la prima combriccola ministeriale, oggi stiamo sballando definitivamente quello contenente “mister incredibile”: il Giuliano Poletti che ha rivelato evidenti difficoltà nel collegare in un’unica funzione coordinata il pensante e il parlante. Mentre tutto quanto c’era da […]

Continua la lettura


LA POLITICA E I GIOVANI: Ecco le perle riservate ai Giovani dai politici… Ma non è che solo “certi” giovani (quelli meno fortunati e figli di famiglie meno agiate) sono di peso a questi politucoli da strapazzo?

perle dei politici ai giovani

LA POLITICA E I GIOVANI. Ecco le perle riservate ai Giovani dai politici: – Silvio BERLUSCONI: (rivolgendosi ad una ragazza), le disse che per risolvere i suoi problemi di precarietà si doveva sposare con un uomo ricco; – Tommaso PADOA-SCHIOPPA (Ministro Governo Prodi): “BAMBOCCIONI”; – Elsa FORNERO (Ministro Governo Monti): “CHOOSY” (esigenti, pignoli); – Michel […]

Continua la lettura


Caro Poletti, avete fatto di noi i camerieri d’Europa

pol

di Marta Fana* Caro Ministro Poletti, le sue scuse mi imbarazzano tanto quanto le sue parole mi disgustano. Siamo quelli per cui il Novecento è anche un patrimonio cinematografico invidiabile, che non inseguiva necessariamente i botteghini della distribuzione di massa, e lì imparammo che le parole sono importanti, e lei non parla bene. Non da […]

Continua la lettura


(Coop) Poletti, ministro del sotto-lavoro: i giovani se ne vanno? Meglio cosi, questo paese non soffrirà a non averli più tra i piedi! Pezzo di me..a!

Se 100 mila giovani se ne sono andati dall’Italia ”non è che qui sono rimasti 60 milioni di ‘pistola’. Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi”.

(Coop) Poletti, ministro del sotto-lavoro: i giovani se ne vanno? Meglio cosi, questo paese non soffrirà a non averli più tra i piedi! Pezzo di me..a! redazione Base Italia Poletti,fuga giovani?Qualche caso meglio ‘I 60 mln che restano non è che siano tutti dei ‘pistola’…’ (ANSA) – FANO (PESARO URBINO), 19 DIC – Se 100 […]

Continua la lettura


PIU’ FAME PER TUTTI! LAVORO: Addio alla mobilita’, dal 1 gennaio 2017 sparisce, quasi 200 mila lavoratori a casa senza nessun sussidio!le aziende licenziano non perchè sono in perdita, ma per assumere con i vaucher e stipendio da fame, licenziando i lavoratori con anzianità di servizio

senza-lavoro PIU' FAME PER TUTTI, MOBILITA', ADDIO, SPARISCE, SUSSIDI

Lavoro: mobilità addio, dal 1 gennaio scompare dopo 25 anni Ora unico assegno di disoccupazione è la Naspi Addio alla mobilità per i lavoratori colpiti da licenziamento collettivo a partire dal prossimo anno: dal 1 gennaio 2017 infatti, secondo quanto previsto dalla legge Fornero sul lavoro del 2012, l’indennità che spettava ai lavoratori licenziati da […]

Continua la lettura


Tra un po ci pagheranno in caramelle! Volano i licenziamenti +27% mentre crescono i voucher (7,50 euro ora) Grazie a Poletti-Renzi e al loro Jobs Act.

o-ISTAT-facebook boom vaucher occupato

  Inps: cresce lʼuso dei voucher e volano i licenziamenti disciplinari a +27% LʼOsservatorio sul precariato segnala un rallentamento delle assunzioni, relativo soprattutto al tempo indeterminato. Saldo positivo tra assunzioni e cessazioni Nei primi 10 mesi dell’anno è stato registrato un nuovo incremento dell’utilizzo dei voucher destinati al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio. Ne […]

Continua la lettura


LA CRESCITA LA VEDE SOLO IL PD MA DOVE VIVONO? LAVORO: CONTRATTI IN CALO – 18,7% NEL TERZO TRIMESTRE, MENTRE I LICENZIAMENTI IN AUMENTO DEL 10,8%! QUESTI SONO I SUCCESSI DI POLETTI, MINISTRO SENZA AVER MAI LAVORATO IN VITA SUA!

MILANO - ANNUNCI OFFERTE DI LAVORO - AGENZIA LAVORO INTERINALE - DISOCCUPAZIONE

Lavoro, nuovi contratti in calo nel terzo trimestre: -18,7% quelli stabili Nuovi contratti di lavoro dipendente e parasubordinato in calo in Italia nel terzo trimestre 2016: ne sono stati attivati 2.386.169, ovvero il 5,4% in meno rispetto allo stesso periodo 2015 e le riduzioni più sostenute si sono concentrare nelle Regioni del Centro-Sud. E’ questo […]

Continua la lettura


CENSIS: PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA DELLA REPUBBLICA, I FIGLI SONO PIU’ POVERI DEI NONNI MENO IL45%!(una intera generazione di schiavi per garantire i sollazzi del re (Renzi) e della sua corte.)

1461670065-italia censis figli poveri nonni

Censis: figli più poveri dei nonni, redditi 15% sotto media. E’ ko economico dei Millenal Migliorano condizioni pensionati; 4,1 mln danno aiuti economici COME RIPORTA L’ANSA: Per la prima volta i figli saranno più poveri dei genitori. Lo dice il 50.mo rapporto del Censis in cui si registra il “ko economico dei millennial” che hanno […]

Continua la lettura


VOTATE SI? ECCO IL REGALONE DI RENZI ALLE PARTITE IVA: 8 NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI PERIODICI!(le partite iva dovranno comunicare ogni tre mesi all’Agenzia delle Entrate tutte le fatture emesse e ricevute nel trimestre precedente) PER CHI SGARRA, SANZIONI MILIONARIE! QUESTO VUOLE LA MORTE DEGLI ITALIANI!

partite iva

VOTATE SI? ECCO IL REGALONE DI RENZI ALLE PARTITE IVA: 8 NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI PERIODICI!(le partite iva dovranno comunicare ogni tre mesi all’Agenzia delle Entrate tutte le fatture emesse e ricevute nel trimestre precedente) PER CHI SGARRA,  SANZIONI MILIONARIE! QUESTO VUOLE LA MORTE DEGLI ITALIANI! Partite Iva: i nuovi adempimenti fiscali sono un autogol di […]

Continua la lettura


LA CARTA DI ALGERI. Ogni popolo ha il diritto imprescrittibile e inalienabile all’autodeterminazione. Esso decide il proprio statuto politico in piena libertà e senza alcuna ingerenza esterna

Lelio_Basso

LA CARTA DI ALGERI (LELIO BASSO) Proclamata da Lelio Basso ad Algeri il 4 luglio 1976, data simbolica in quanto duecentesimo anniversario della Dichiarazione d’Indipendenza americana, stabilisce i diritti fondamentali dei popoli all’ esistenza, alla autodeterminazione, alle risorse, alla cultura, all’ambiente, anticipando concetti e principi che successivamente saranno – almeno parzialmente – acquisiti dal Diritto […]

Continua la lettura