17760741_1753944234936191_448450473_n televisione

E’ ORA DI FINIRLA: LETTERA INVIATA A MATTARELLA, GRASSO, BOLDRINI, I NUOVI TRONISTI IN TV PAGATI PROFUMATAMENTE DAL POPOLO ITALIANO PRESENTI IN OGNI TRASMISSIONE DALLE 8 DEL MATTINO FINO A TARDA NOTTE, OGNI GIORNO! “il Popolo Italiano con il voto delega l’eletto a rappresentarlo nelle sedi istituzionali e nei collegi di appartenenza, pertanto esso è il Datore di Lavoro dei Politici, e della Politica in generale e l’assenteismo deve essere assolutamente perseguito e punito. Perché dovremo pagare Chi non lavora, e non segue le priorità del Paese, preferendo apparire in televisione, quasi fosse parte integrante del mandato istituzionale cui esse stessi sono stati delegati dal Popolo?”

Condividi La Notizia

 

Senato della Repubblica Italiana

Alla c.a. del Presidente

On. Pietro GRASSO

 

Oggetto : Richiesta di Incontro con carattere di urgenza.

 

Sig.  Ill.mo Presidente,

Movimento Base Italia   partito politico nazionale costituito con atto pubblico Nr. 10791/2013 , e regolarmente registrato, rivolge a Lei quale seconda carica dello Stato , formale richiesta di poter essere ascoltato nel merito delle attività parlamentari dei rappresentanti di Governo.

Nel merito, allo stato attuale, tutto può rilevarsi nei lavori delle due Camere, fuorché  gli interessi del Popolo Italiano, ovvero  quelle essenzialità che dovrebbero legittimare gli incarichi Istituzionali che i Parlamentari sono chiamati a rispettare:

Fatte salve le criticità ( spesso tragiche) che avvolgono questo nostro Paese in una stretta mortale dalla quale la maggior parte degli Italiani Onesti non riesce a liberarsi , e che sono il  frutto di acclarate incapacità a sostenere i delicati compiti cui sono chiamati i parlamentari, appare ben più grave , se non ai limiti di opportune valutazioni penali, il comportamento di una stragrande  parte di questi ultimi, che contro ogni senso civico e morale, considerano  come primario il lavoro “televisivo”, preoccupandosi in primo luogo di apparire nella giungla mediatica dei palinsesti televisivi (sia delle reti pubbliche, che private), per parlare di Nulla che riguardi la vita del Paese, bensì tronfi nel rappresentare le proprie “ del momento” formazioni politiche di appartenenza.

Trasmissioni televisive che hanno inizio nelle prime ore del mattino, e seguono a ruota fino a notte fonda!

Di contro, il Paese annega nella vastità oceanica dei “farò”, “faremo”, “vedremo”, “ stiamo discutendo”, “dialogheremo”, che mai come in questa legislatura  si stanno rivelando fatali per la sopravvivenza di un Popolo ridotto alla fame e ai suicidi.

Un Popolo al quale il rispetto dovuto è stato calpestato in forma in ogni luogo; Un Popolo che paga, finanche chi non ha più una occupazione, con denaro o con beni è costretto a pagare Coloro che con stipendi faraonici, si sentono illuminati da un potere che schiaccia la dignità dei propri “datori di lavoro”.

Egregio dott. Grasso, il Popolo Italiano con il voto delega l’eletto a rappresentarlo nelle sedi istituzionali e nei collegi di appartenenza, pertanto esso è il Datore di Lavoro dei Politici, e  della Politica in generale  e l’assenteismo deve essere assolutamente perseguito e punito. Perché dovremo pagare Chi non lavora, e non segue le priorità del Paese, preferendo apparire in televisione, quasi fosse parte integrante del mandato istituzionale cui esse stessi sono stati delegati dal Popolo?

Le proposte di Legge, le discussioni sul bene del Paese , le attività delle Commissioni si sono ridotte a mere formule trascritte sui regolamenti, ma nulla di tutto ciò sta investendo il Paese, così come una nazione democratica meriterebbe, schiavizzata , costretta ad ascoltare , ed al caro prezzo di un canone televisivo, qualcosa meglio traducibile nel “nulla mischiato con il niente”.

Per i principi della improduttività nelle Pubbliche Amministrazioni come disciplinate dalla Legge 150 del 2009,  e che prevedono azioni e sanzioni  nei confronti dei Dirigenti  ( e quale migliore esempio di PP.AA. , se non le Camere ),si ritiene che tali atteggiamenti si configurino tra i  “disonorevoli” della politica.

Per quali motivi Noi Italiani dovremo destinare onorari faraonici a  chi deliberatamente disattende i propri compiti istituzionali?

Ma non solo, in ossequio a quali meriti e/o risultati siamo chiamati e “obbligati” a mantenere a vita, questi Coloro che in grazia di un potere incontrollato, sono artefici della distruzione di una gloriosa Nazione?

Noi, Partito politico nazionale, in virtù delle centinaia di migliaia di Cittadini Onesti Italiani, che ci onoriamo di rappresentare, non permetteremo assolutamente che  questo “corto circuito “ della politica inneschi danni tali e tanti  da  configurarne uno stato di non ritorno. Laddove non dovessimo riuscire nell’intento di farci ascoltare, Ci adopereremo con tutti i mezzi della Democrazia e della Costituzione, per raccogliere firme, adottare petizioni internazionali, e coinvolgere ogni Istituto universalmente riconosciuto e deputato alla protezione dei diritti umani, affinché possa scongiurarsi che questo stato di oblio politico istituzionale si trasformi in una guerra sociale, che nessuno di Noi Onesti vorrebbe mai regalare ai propri Figli, Nipoti, ed alle generazioni che verranno.

Perciò, Sig. Presidente, affidiamo alla Sua sensibilità umana, prima ancora che alla Sua rappresentanza istituzionale, questa preghiera di confronto.

Con la fiducia del Suo accoglimento, rimaniamo  in attesa delle Sue debite valutazioni.

Voglia accettare tutti i sensi della nostra Stima.

Movimento Base Italia

Per il Direttivo Nazionale

       Il Presidente

Dott. Arturo Scalia

(Visited 33 times, 1 visits today)

Lascia un commento